Appuntamenti estivi al meraviglioso Giardino Botanico Rea

GIAVENO – A due passi da Giaveno a Trana c’è il Giardino Botanico Rea presenta un agenda ricca di appuntamenti per l’estate. Domenica 11 agosto c’è l’apertura del Giardino ore 14-19. Alle ore 16 visita guidata. Giovedì 15 agosto ecco l’apertura del Giardino ore 14-19. Quindi “Omaggio al Giardino”, ad ogni visitatore verrà omaggiata una piantina in vaso di produzione. Domenica 25 agosto apertura del Giardino ore 14-19, alle ore 16,30 ospiti in Giardino. “Pomeriggi letterari a Rea: con “Quattro amici al bar”, parliamo di romanzo storico e di genere. A cura di Sergio Vigna e Claudio Cantore. Inoltre le mostre. “Focus la Vergine delle rocce”. Dedicata a Leonardo da Vinci nel 500esimo della morte. Poi “I grani di crusca”, percorso evolutivo del grano, dai progenitori alle cultivar di Nazareno Strampelli. Ingresso a pagamento: biglietti, intero 5 euro, ridotto 3 euro. Gratuito bambini fino a 14 anni e abb. Musei Giardino Botanico.

Il Giardino Botanico Rea, è in Val Sangone, venne fondato nel 1967 da Giuseppe Giovanni Bellia. Bellia era appassionato botanico, come “Giardino Sperimentale di acclimatazione per piante alpine ed erbacee perenni”. Facendo seguito all’apertura nel 1961, di un vivaio di piante ornamentali. Nel 1989 il Giardino venne acquisito dalla Regione Piemonte per integrare il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino. Completamente ristrutturato e affidato alla locale Comunità Montana per la gestione tecnica. Nel Giardino sono coltivate più di 2500 specie vegetali. Nel tempo sono state arricchite le collezioni e sono stati sviluppati percorsi idonei all’illustrazione delle più moderne conoscenze botaniche. Quindi alla ricerca naturalistica, allo sviluppo di una nuova museologia

Dicono gli organizzatori: “Nelle aree esterne abbiamo sviluppato nuove collezioni di piante da fiore. Come le iris e le fuchsie spontanee e ibride. E’ stata potenziata la collezione di piante utili ed è stato arricchito l’arboreto di piante locali ed esotiche“. Nelle serre sono coltivate interessanti collezioni di piante carnivore e di succulente di tutto il mondo. I percorsi di esplorazione delle collezioni. Le visite guidate e le mostre tematiche periodiche offrono ai visitatori di ogni età la possibilità di avvicinarsi ai segreti della vita vegetale in tutte le stagioni.

Precedente Giaveno, la città dei funghi Successivo Bimbo si rovescia pentola d’olio bollente addosso

Lascia un commento